Da Torino a Bolzano: il nuovo incarico di Christian Greco al museo di Ötzi

La nomina di Christian Greco alla presidenza del comitato scientifico del Museo archeologico arriva dopo settimane di dispute

Christian Greco presiederà il comitato scientifico del Museo archeologico dell’Alto Adige, meglio noto come il museo di Ötzi. La decisione è arrivata dopo settimane di dispute sugli equilibri etnici: su dieci comitati scientifici di musei l’assessore Philipp Achammer aveva proposto in giunta altrettanti presidenti di lingua tedesca, con i relativi “vice” di lingua italiana. A seguito delle polemiche, la Giunta provinciale sembra ora aver trovato una soluzione sui musei provinciali.

Per dieci anni alla guida del Museo Egizio di Torino, Christian Greco è un noto egittologo riconosciuto nel panorama culturale nazionale. La sua permanenza nel celebre museo piemontese è stata influenzata da una serie di polemiche politiche. Figura innovatrice dello scenario museale italiano, Greco porterà un vento di modernizzazione all’istituzione dell’Alto Adige, dove presiederà il comitato scientifico. Il suo approdo a Bolzano è infatti visto come un’opportunità per rilanciare il museo con modalità nuove, creando nuovi equilibri tra innovazione scientifica e tradizione locale, soprattutto alla luce della lunga esperienza e del bilancio positivo al Museo Egizio che Greco ha alle spalle.

La nomina arriva in una fase turbolenta per il museo torinese, attualmente chiuso per ristrutturazioni: più di 350 egittologi hanno sottoscritto una lettera aperta in cui si sostiene la permanenza di Evelina Christillin, presidente del Museo Egizio, e dell’attuale squadra per far sì che l’istituzione “possa continuare a rappresentare un punto di riferimento nazionale e internazionale per egittologi, archeologi, ricercatori, scienziati, professori universitari e studenti”.

Oltre a Christian Greco, è stato nominato anche Leo Toller, trentino, per la presidenza del comitato scientifico del Museo delle Miniere di Monteneve, in Val Ridanna.