Da FOROF a Roma “Baltic Adventure”, riflessione poetica sul presente

Nel programma di Baltic Adventure, mercoledì 19 giugno, l'inedita performance di Gaia Fugazza in collaborazione con Isabella Woodhouse

Siamo arrivati al quinto e ultimo appuntamento della Terza Stagione di Episodi di FOROF, presentata in occasione della mostra BALTIC ADVENTURE di Augustas Serapinas, curata da Ilaria Gianni e visibile fino al 30 giugno 2024: si tratta della performance Farewell to know skies di Gaia Fugazza, realizzata in collaborazione con Isabella Woodhouse e con un costume disegnato da Diana Castaldi. FOROF, lo spazio romano, unico nel suo genere, dedicato all’inesplorato dialogo tra archeologia e arte contemporanea – voluto e fondato da Giovanna Caruso Fendi – continua a confermarsi come scrigno di preziosi eventi nel tessuto artistico urbano e nazionale.

Il programma degli episodi previsti per BALTIC ADVENTURE, ha offerto acute e poetiche riflessioni su alcune importanti tematiche attuali, come i cambiamenti climatici. In particolare, l’inedita performance dell’artista Gaia Fugazza, riflette su come clima e memoria siano parte integrante di una memoria collettiva in un paesaggio ancorato a ricordi sensoriali. La discussione sul cambiamento climatico diventa in quest’opera una narrazione coinvolgente che riesce emotivamente a rendere il pubblico partecipe.

Le microstorie della performance sono intonate dal vivo dalla cantante Isabella Woodhouse: Farewell to know skies ci ricorda quanto rischiamo di diventare controfigure di una Terra esausta, esattamente come i Mudmen di Augustas Serapinas che popolano l’abside della Basilica Ulpia.

info: FOROF

Articoli correlati