L’Ecce Homo di Caravaggio arriva al Prado di Madrid

L'ultimo capolavoro scoperto di Caravaggio arriva - grazie a un prestito eccezionale - al Prado di Madrid, dove rimarrà per qualche mese

Una delle più importanti scoperte recenti di Caravaggio arriva in Spagna, al Museo del Prado di Madrid. Le indagini sulla sua autenticità sono durate ben tre anni, con grande parte della critica che oramai non ha più dubbi sulla sua originalità. I dubbi in realtà erano sorti a causa della pessima conservazione in cui il quadro riversava: l’elemento visivo è sempre legato a ciò che si vede e ciò che si vede può benissimo essere una immagine alterata, che a causa di successive ri-dipinture, può naturalmente ingannare.

Il dipinto è comparso in un’asta spagnola nell’aprile del 2021, dove risultava attribuito a Jusepe de Ribera e valutato appena 1500 euro. La questione è stata sollevata da Maria Cristina Terzaghi, professoressa universitaria di storia dell’arte moderna nonché grande studiosa dell’artista seicentesco e da altri importanti critici italiani. Da qui la decisione di non vendere il quadro e di non farlo uscire dai confini dello stato spagnolo.

Al momento del ritrovamento, l’opera presentava una verniciatura non omogena e certamente non nelle sue migliori possibilità di fruizione. Tra gli elementi caravaggeschi troviamo il chiaroscuro molto forte, che ovviamente anche Guercino presentava nella sua arte. Il personaggio a mezz’ombra con la bocca aperta ritorna in altre opere di Caravaggio, come il Martirio di sant’Orsola, così come il rosso del panno – nella Giuditta e Oloferne – e la morfologia del volto di Cristo.

Delle fonti tarde raccontano che il principe Massimo aveva organizzato nella sua dimora a Palazzo Massimi una gara di pittori diversi sul tema dell’Ecce Homo, tra cui figurava anche il Merisi. Ora, fino ad ottobre, l’opera avrà una stanza dedicata totalmente alla sua potenza espressiva. Il Prado tra l’altro, possiede già nella sua collezione, un Salomè con la testa del Battista e un Davide e Golia.

info: prado.it