L’ultimo attacco del movimento ecologista Ultima Generazione: zuppa di verdura su “Il seminatore” di Van Gogh, a Palazzo Bonaparte

L'azione è stata portata avanti da quattro esponenti del movimento ambientalista Ultima generazione, costola italiana di Extinction Rebellion

Il movimento ecologista continua la sua linea d’attacco, portando avanti la protesta nei musei. È di questa mattina, la notizia dell’ennesimo quadro imbrattato dagli ambientalisti di Ultima Generazione – costola italiana di Extinction Rebellion – questa volta a Palazzo Bonaparte, a Roma. Quattro militanti del movimento ecologista hanno imbrattato con una zuppa di verdura l’opera Il seminatore di Vincent Van Gogh, esposta nella retrospettiva a lui dedicata. 

È il secondo quadro di Van Gogh imbrattato in pochi giorni. Il 14 ottobre due attiviste del gruppo ambientalista Just Stop Oil sono entrate in una sala della National Gallery di Londra, hanno estratto una latta di salsa di pomodoro e hanno imbrattato una delle versioni dei Girasoli tra le opere più famose del pittore olandese. Il quadro di Van Gogh era protetto da una lastra di vetro e non ha subito danni. Poi è stata la volta del celebre  quadro di Monet Il Pagliaio al Museo Barberini di Potsdam, in Germania. Due attivisti di Last Generation hanno lanciato purè di patate contro il dipinto a olio.
Le proteste si stanno intensificando in vista della Cop27, la 27esima conferenza ONU sul clima che si terrà a Sharm el-Sheikh dal 6 al 18 novembre 2022. Il vertice vedrà la partecipazione di almeno 90 capi di Stato e di governo ed è atteso come momento di annuncio di nuove politiche di contrasto al climate change, anche se è probabile che il dibattito sia dominato dai ritardi cumulati dai paesi ricchi rispetto ai propri obiettivi ambientali e al sostegno delle economie più povere.
I carabinieri sono al lavoro a Palazzo Bonaparte e avrebbero già identificato gli autori del gesto. 

Articoli correlati