Dietro le quinte di Aliens, un nuovo volume a cura di Jonathan W. Rinzler

Saldapress non è soltanto l’editore italiano dei fumetti Dark Horse che narrano le storie (inedite) dell’universo di Alien. La casa editrice emiliana, infatti, ha pubblicato nella sua collana Widescreen anche il corposo volume Dietro le quinte di Alien (cartonato, 336 pagine a colori, 69 euro), a cura di Jonathan W. Rinzler che – mediante interviste inedite e rari materiali iconografici provenienti dagli archivi della produzione dell’epoca – ricostruisce in modo più che dettagliato la genesi una vera e propria pietra miliare della settima arte. 

Ma non è tutto, perché ora Saldapress consente ai fan di godere di un’ulteriore chicca: Dietro le quinte di Aliens (cartonato, 69 euro), sempre dello stesso autore e nella medesima collana, con focus sul film Aliens, scontro finale (1986) diretto da James Cameron. È il sequel di Alien (1979), pellicola diretta da Ridley Scott che aprì la strada alla saga dello xenomorfo immaginato dal cineasta e dal visionario artista Hans Ruedi Giger (un lungometraggio ottimamente sviscerato – come anticipato – nel volume Dietro le quinte di Alien). 

Purtroppo l’autore, Jonathan W. Rinzler – conosciuto per i suoi bestseller “making of” su Star Wars, Indiana Jones e appunto Alien – è venuto a mancare lo scorso luglio all’età di 58 anni. Ma i suoi lavori rimangono, eccome. Così, nelle 300 pagine di grande formato che compongono l’edizione italiana di Dietro le quinte di Aliens, lo storico del cinema e scrittore statunitense presenta al lettore le interviste a troupe e attori, accompagnate da una quantità più che rilevante di scatti fotografici e di concept. 

E ancora, gli aneddoti e le curiosità sul difficile set (costruito nei mitici Pinewood Studios londinesi) di un sequel che nessuno intendeva realizzare si affiancano al racconto delle originali/geniali soluzioni attuate per creare la regina aliena e il suo esercito di xenomorfi, tratteggiando il percorso di maturità come attrice di Sigourney Weaver (che va di pari passo con la sua presa di coscienza dell’importanza di tornare a dar vita a un personaggio femminile forte e deciso come l’eroina Ellen Ripley).

Info: www.saldapress.com