Ultimora

L’Accademia di Brera porta in mostra i suoi migliori pittori

Riflettori puntati sull’Accademia di Belle Arti di Brera e sui suoi migliori talenti nella pittura. Dal 20 novembre, la galleria Bottegantica accoglie nei suoi spazi espositivi a Milano la mostra Luci da Brera, una selezione dei cinque più promettenti allievi della cattedra di Pittura tenuta da Ignazio Gadaleta. Si tratta di Yuki Aoki (1974, Giappone); Erika Bellanca (1992, Italia); Elias Bertoldo (1994, Italia); Saeed Naderi (1981, Iran) e Arjan Shehaj (1989, Albania). I cinque artisti, provenienti da diversi Paesi del mondo, dialogheranno insieme attraverso un linguaggio universale, dettato dall’assenza di parole e dalla comprensione emotiva e sensibile. La luce e le sue innumerevoli derivazioni cromatiche saranno al centro di questa mostra. In questo progetto un ruolo rilevante è giocato anche dalla location. Negli spazi di Bottegantica in passato c’era la galleria del Naviglio, che nella seconda metà del Novecento ha sostenuto e promosso artisti entrati nella storia dell’arte quali Lucio Fontana, Alberto Burri, Massimo Campigli, Capogrossi e molti altri, e dove nel 2005 ha esposto anche lo stesso Ignazio Gadaleta. 

Le opere esposte contemplano diverse forme di espressione che attivano la persistenza della pittura, come linguaggio inesaurito e inesauribile. Lo spettatore è così messo nella condizione di riflettere sul concetto di continuità dell’arte, e di contemplarne la storia nel suo divenire. Con tale evento, Bottegantica porta avanti il laboratorio moderno e contemporaneo (Lab contemporary) nato nel 2018 con la mostra Ottocento Contemporaneo. Due generazioni a confronto e proseguito con la mostra Fresh Kiss. Pascale Marthine Tayou in collaborazione con la Galleria Continua (aprile 2018). 

Dal 20 novembre
Galleria Bottegantica, via Manzoni 45 – Milano

 

 

Commenti