Ultimora

Paolo Virzì è ospite a palazzo Barberini, Lunedì, per il Gioco serio dell’arte

Paolo Virzì è il prossimo protagonista dell’ormai storica rassegna promossa dal Lotto, Il gioco serio dell’arte. Appuntamento giunto alla sua nona edizione che quest’anno ha come tema Biografie. Così il 19 gennaio, nella cornice di palazzo Barberini, il regista parlerà della sua carriera con il pubblico presente. Livornese, 50 anni, Virzì debutta alla regia nel ‘94 con La Bella Vita, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e premiato col Ciak d’Oro, il Nastro d’Argento e il David di Donatello. Tra le opere successive si ricordano Ferie D’Agosto (1995), Ovosodo (1997, Leone d’Argento), Caterina Va in Città (2003) Tutta la Vita Davanti (2008), La prima cosa bella (2009), Tutti i Santi Giorni (2012) e Il Capitale Umano (2013). Nel 2013 e nel 2014 Virzì ha diretto il Torino Film Festival. Il tema dell’incontro tra Paolo Virzì e Finazzer Flory sarà il rapporto tra capitale e cinema. Servono soldi infatti per fare un film, ma senza idee forti e senza storie, non si fanno soldi. Il rapporto tra capitale e cinema è anche una via per guardare al mercato internazionale. Per decidere se scegliere la via del cinema di qualità, minoritario e indipendente, o allearsi con la grande industria cinematografica, per offrire intrattenimento popolare. Fra i prossimi appuntamenti ricordiamo Philippe Daverio a febbraio e lo spettacolo tearale Essere Leonardo da Vinci, diretto e interpretato da Finazzer Flory. Info: www.lottomaticaitalia.it

Commenti