Ultimora

Marinella Senatore vince il Premio Maxxi

Poco fa è stato assegnato a Roma il Premio Maxxi, il riconoscimento del museo di arte contemporanea rivolto alle nuove generazioni di artisti. Ad aggiudicarselo è stata Marinella Senatore (Cava dei Tirreni, classe 1977), con la performance The School of narrative Dance, Roma. L’opera sarà adesso acquisita dal Maxxi e a Senatore sarà dedicato un catalogo monografico. The School of Narrative Dance, Roma, che questa mattina ha coinvolto oltre 350 persone in una performance corale di musica, danza e canto, esprime un messaggio di inclusione, partecipazione, capacità dell’arte di costruire comunità, tutti concetti basilari nel lavoro dell’artista.
La motivazione che ha spinto la giuria a scegliere la Senatore, preferendola ai finalisti Yuri AncaraniMicol Assael e Linda Fregni Nagler, è che tale lavoro esprime la capacità di tradurre il nostro tempo e un nuovo modo di interpretare il rapporto tra pubblico e le istituzioni (per il racconto della performance clicca qui).

«È bellissimo vedere il mio paese riconoscere tanto lavoro – ha commentato Marinella – ho lavorato molto insieme a tutte le persone coinvolte nell’opera ed è un vero onore ricevere questo riconoscimento. Il mio è un nuovo modo di vedere l’arte contemporanea e il rapporto tra pubblico e museo. Vengo da quel sud dove è difficile sognare e realizzare cose del genere e non c’è cosa più bella che dimostrare di essere capaci di fare cose e di saperle comunicare agli altri».

Per altri contenuti clicca qui.

Commenti