Record d’asta per Ligabue: dipinto venduto per quasi mezzo milione

L'opera fortunata di Ligabue è "La lotta dei galli". Le stime iniziali di Pandolfini non superavano i 150.000 euro

La stima iniziale era di 80.000-150.000 euro per La lotta di galli (1960) di Antonio Ligabue, battuto all’asta nel corso della vendita di arte moderna e contemporanea che Pandolfini ha tenuto a Milano. Ma il dipinto, un olio su tela di grandi dimensioni e ricco di dettagli agresti, ha superato di gran lunga le aspettative, ed è stato venduto al prezzo record di 473.600 euro, ben oltre il doppio della cifra massima stimata.

L’opera (131 x 181 cm) apparteneva alla collezione della Galleria Negri di Guastalla ed è stata esposta in diverse rassegne dedicate all’artista. Nel dipinto, si legge nel catalogo della casa d’aste, è presente “un’articolazione compositiva e spaziale particolarmente ricca”. “La tensione dello scontro dei due galli – prosegue la descrizione – gonfi nel loro elegantissimo piumaggio, si disperde infatti in un pollaio affollato di animali straordinariamente descritti, con un coniglio intento a rosicchiare delle foglie, un gruppo di tacchini, diverse galline impegnate a beccare e, in basso a sinistra, una chioccia con i pulcini davanti ad una scodella con il mangime. Minutamente definito è anche il paesaggio al di là dell’arco, con le galline accanto alla fattoria e la strada che, con prospettiva empirica, conduce verso il gruppo di case in lontananza”.

Ed è questa l’opera che segna il prezzo record per un lavoro dell’artista. «Come in tutte le nostre aste, Antonio Ligabue è la star», ha infatti dichiarato Susanne Capolongo, capo dipartimento Arte Moderna e Contemporanea di Pandolfini. Nel complesso, ha aggiunto la capo dipartimento, «siamo molto soddisfatti dei risultati conseguiti nell’asta del 19 giugno, che è stata animata dai rilanci dei numerosissimi concorrenti in sala, ai telefoni e sulla piattaforma online. L’entusiasmo sia dei clienti nazionali che internazionali si è palesato sin dai primi lotti con la piccola stagnola argentata di Lucio Fontana, che è stata aggiudicata a € 37.800, ma anche con la carta del 1965 di Mario Schifano, battuta a € 45.360». «Il risultato complessivamente raggiunto, nonostante un mercato internazionale altalenante – ha concluso – ci fa comprendere che la professionalità e la proposta di opere di qualità, che contraddistinguono da 100 anni Pandolfini, ci permettono di consolidare un rapporto di stretta fiducia con la nostra clientela, che con soddisfazione acquista alle nostre aste».

Tra gli altri esemplari venduti oltre all’opera di Ligabue, anche Parole in libertà futuriste, tattili-termiche olfattive e L’anguria lirica, due esempi di poesia futurista realizzati da Marinetti e Tullio d’Albisola, rispettivamente venduti a 65.520 e 36.540 euro. Battuti all’asta anche Aeropittura di Antonio Marasco a 63.000 euro e Gli agrumi di Sicilia di Fortunato Depero a 37.800 euro.