Coleotteri per colazione, un omaggio all’innovazione green

Tributo all’innovazione green e invito ai giovani a sognare fuori dagli schemi, con uno sguardo attento al mutamento climatico

Niente più biscotti o brioches, ma hamburger di coleotteri non appena alzati dal letto. Già, un giorno potremmo cibarci del più imponente ordine della classe degli insetti (nonché del regno animale). Ma anche – perché no – riscaldare la nostra casa con gli escrementi, utilizzare la muffa melmosa per individuare la strada più rapida oppure illuminare una camera ringraziando, per tanta luce, le nostre piante. In cucina e nel bagno, a scuola e in ufficio, al parco, nella fattoria o in spiaggia (anche fuori città: di questo passo non finiremo più) sono infinite le invenzioni, tanto bislacche quanto intelligenti, che potrebbero mutare la nostra esistenza ogni giorno. Tutte quante – o poco meno, per non osare troppo – sono raccolte nel coloratissimo volume Coleotteri per colazione, e altrettanti strani e fantastici modi per salvare il pianeta (Camelozampa, cartonato, 88 pagine a colori, 24 euro) scritto dalla scienziata inglese Madeleine Finlay e illustrato dalla designer coreana Jisu Choi. Traduzione di Alice Casarini.

Stampato su carta ecologica Fsc (indica che il composto proviene da materiale da riciclo e recupero), Coleotteri per colazione è un ottimo regalo per un bambino ma è anche consigliato agli adulti. Una lettura geniale e scorrevole che apre a curiose novità e a immaginare un futuro più a misura del pianeta in cui viviamo. Perché se è vero che ciascuno di noi ben sa (speriamo) che il cambiamento climatico sta avendo un rilevante impatto sul pianeta che ci ospita, non tutti conosciamo le idee geniali, non di rado insolite, a cui ogni giorno gli scienziati lavorano per approdare a soluzioni pratiche e creative a questa e alle altre criticità che spaventano la Terra. A raccontarcele è proprio Coleotteri per colazione, che esplora con fare divertente e originale un’ampia gamma di temi Stem (acronimo inglese di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica), dalla biologia ai materiali, attraverso la lente delle più singolari invenzioni per tutelare il pianeta. Forte di sguardo attento, lungimirante e proattivo a temi attuali, sempre più urgenti, legati al mutamento climatico e all’attivismo. 

Un invito concreto alle bambine e ai bambini di oggi – ma, ribadiamo, è una lettura sfiziosa anche per i più grandicelli – a diventare un domani adulti consapevoli che, con intelligenza ed estro, potranno offrire un contributo sostanzioso alla salvaguardia dell’ambiente. Albo illustrato divulgativo, tangibile miniera di nozioni, Coleotteri per colazione ha ogni capitolo che comincia con una scena ambientata all’interno di luoghi familiari e li declina nella loro versione futuristica. Ciascuna tavola è densa di elementi da individuare e, come dei moderni Indiana Jones, da esplorare a fondo. 

Le autrici Finlay (responsabile, tra le sue attività, del podcast sulla scienza di The Guardian) e Choi (dopo aver conseguito la laurea in design e animazione, ha esordito con una graphic novel sul tema del viaggio e la vedremmo bene a collaborare, ad esempio, con il maestro del fumetto americano Chris Ware) non si sono risparmiate, facendo in modo che sfogliare questo albo equivalga ad accedere ad una realtà futuristica non così distante dall’immaginabile. Un volume affascinante che si può godere un capitolo per volta o tutto d’un fiato, tributo all’innovazione verde e invito ai giovanissimi a sognare fuori dagli schemi. A curiosare e, soprattutto, a osare. 

Info: www.camelozampa.com