Premio Driving Energy 2022 – Fotografia Contemporanea. A Palazzo delle Esposizioni le opere vincitrici

Seguendo il filo conduttore che lega energia e fotografia, Terna promuove la propria missione sensibilizzando il pubblico sul driving energy  

Con enorme successo è stata inaugurata, a Palazzo delle Esposizioni di Roma, la mostra della prima edizione del Premio Driving Energy 2022 – Fotografia Contemporanea. Il concorso indetto da Terna, gestore della rete elettrica nazionale, rivolto a tutti i fotografi in Italia punta a promuovere lo sviluppo culturale della penisola e i talenti emergenti, invitandoli a declinare la loro espressione per interpretare l’ostica missione dell’azienda che è appunto il driving energy, ossia la trasmissione di energia in modo sostenibile.                            

Proponendo come filo conduttore l’istante decisivo che accomuna energia e fotografia, intesa come capacità di catturare e interpretare un particolare instante che sarà irripetibile, Terna valorizza e promuove la propria missione cercando soprattutto di sensibilizzare il pubblico sull’importanza del tema energia, grazie all’ausilio della voce libera ed eterogenea dell’arte. Sotto la curatela di Marco Delogu, nuovo Presidente di Palaexposono state esposte le 35 opere finaliste e le 5 premiate. La giuria composta da Salvatore SettisLorenza BravettaElisa MeddeEmanuele TreviJasmine TrinciaMassimiliano PaolucciValentina Bosetti e Stefano Donnarumma rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di Terna, ha assegnato il premio Senior a Paolo Ventura (Milano, 1968) con l’opera I Ginestra e il premio Giovani alla giovanissima Gaia Renis (1999) con l’opera Stereocaulon vesuvianum. 

Gaia Renis, Stereocaulon vesuvianum

Invece sono stati insigniti delle tre menzioni speciali Mohamed Keita (Costa d’Avorio, 1993) con il lavoro Camminare e camminare… ispirato al tema “Normalità contemporanea”, Eva Frapiccini (1978) con La porta di luce alias hommage to D.M. ispirato al tema “Circolarità. Corsi e ricorsi” e Andrea Botto (Rapallo, 1973) con il lavoro fotografico Onda d’urto, a cui è spettata la menzione ricevuta grazie alla preferenza di mille dipendi di Terna che hanno così rappresentato la più grande giuria popolare di un premio fotografico. Questa prima edizione del premio, oltre a vantare di un’enorme partecipazione da parte degli artisti (oltre 1.300), ha ricevuto un riconoscimento di enorme valore che è la Medaglia del Presidente della Repubblica. Interessante inoltre la presenza dell’esposizione nel Metaverso, realtà aumentata che regala la possibilità di osservare le opere attraverso questa nuova dimensione.                                          

Mohamed Keita, Camminare e camminare…

Nel percorso espositivo spicca senza dubbio l’opera di Paolo Ventura, vincitore del Premio Senior che declinato il tema dell’energia attraverso due acrobati degli anni Venti che sono quindi protagonisti di una sottile e bellissima metafora, che non è altro che il difficile equilibrio che tiene in bilico le coppie e le relazioni. Il Premio Driving Energy si configura come un’iniziativa metalinguistica di enorme valore sociale, che non solo pone in primo piano i temi della sostenibilità e dell’innovazione legati all’energia ma riconosce all’arte la capacità di porsi come canale privilegiato di comunicazione egualitaria. 

Paolo Ventura, I Ginestra

Premio Driving Energy 2022 – Fotografia Contemporanea
a cura di Marco Delogu
fino al 27 novembre
Palazzo delle Esposizioni- Via Nazionale 194, Roma