Ultimora

Architetture2020, ecco il vincitore di Agorà

Tran Taun Viet ha vinto il primo premio World’s Best Photo con lo scatto del Ponte Dorato, il ponte sorretto da due enormi mani in pietra e che si affaccia su una vallata in Vietnam. Il fotografo di 37 anni, già pluripremiato nonostante la sua giovane età, attualmente collabora con National Geographic e Google Arts & Culture, piattaforma di arte e cultura online gestita da Google.
A partecipare al concorso fotografico di Agorà sono stati circa 10.360 fotografi, sia dilettanti sia professionisti, che hanno presentato istantanee provenienti da tutto il mondo raccontando la bellezza di architetture e spazi urbani da prospettive inedite. Tran Taun Viet ha partecipato con la foto del Ponte d’Orato, che si trova tra le montagne sopra Da Nang in Vietnam, precisamente nella zona turistica del Thien Thai Garden, e che si snoda lungo un percorso di 150 metri a 1400 km di altezza. Realizzato in acciaio e legno, il percorso è fiancheggiato dalla ricca vegetazione e si trova a una tale altezza che sembra di camminare tra le nuvole sopra la catena montuosa Da Nang.
La caratteristica principale della meravigliosa opera è che il ponte è sorretto da due mani enormi rifinite da un effetto che conferisce una certa antichità, dando l’illusione che da sempre il ponte sia retto dalle mani e per dare l’impressione che il ponte sia stato tanto leggero da essere semplicemente ”poggiato” sulle mani. L’opera, inaugurata nel 2018, è una della principali mete turistiche del luogo ed è raggiungibile tramite una funivia che con i suoi 5.800 metri di lunghezza è la più lunga del mondo.

 

Commenti