Ultimora

Tirate sul curatore, Luca Lo Pinto ospite da smART

Lunedì 16 settembre nuovo appuntamento con il format Tirate sul curatore Vol.II, curato da Saverio Verini, alla Fondazione smART – polo per l’arte. Protagonista del talk è Luca Lo Pinto, curatore alla Kunsthalle di Vienna e co–fondatore della rivista e casa editrice NERO. Come sempre saranno delineate metodologie, approcci e idee che caratterizzano la pratica curatoriale: un panorama tutt’altro che uniforme e omologato, grazie al quale si cercherà di definire il ruolo del curatore e la sua capacità di incidere su una mostra, sul lavoro di un artista, su un progetto, insieme alla possibilità di comunicare idee e visioni del mondo.  

Luca Lo Pinto (Roma, 1981) vive e lavora a Vienna. Alla Kunsthalle Wien ha organizzato le personali di Camille Henrot, Pierre Bismuth, Nathalie du Pasquier, Babette Mangolte, Charlemagne Palestine, Olaf Nicolai, Liam Gillick/Gelatin e le collettive Publishing as an artistic toolbox 1989–2017, More than just words, Individual Stories, Function Follows Vision, Vision Follows Reality e L’Exposition Imaginaire. Tra le altre mostre da lui curate si segnalano Lost in pool of shadows. Un Rifiuto Comprensibile (Galleria Emanuel Layr); Ad occhi chiusi gli occhi sono straordinariamente aperti–XVI Quadriennale d’Arte (Palazzo delle Esposizioni); Luca Vitone – Io, Luca (PAC); Le Regole del gioco (Fondazione Achille Castiglioni); In Real Time (Christine Konig Galerie); Trapped in the Closet (Carnegie Library/FRAC Champagne Ardenne); Antigrazioso (Palais de Toyko); Luigi Ontani–AnderSennoSogno (Museo H.C. Andersen); D’après Giorgio (Fondazione Giorgio e Isa de Chirico). I suoi scritti sono apparsi su numerosi cataloghi e riviste internazionali (”Dapper Dan”, ”Doppiozero”, ”Flash Art”, ”Mousse”, ”Purple Fashion”, ”Rolling Stone”). Si è occupato della redazione di libri di artisti, quali Olaf Nicolai, Babette Mangolte, Luigi Ontani, Emilio Prini, Alexandre Singh e Mario Garcia Torres. Nel 2012 ha curato la pubblicazione Documenta 1955–2012. The Endless Story of Two Lovers. Nel 2014 ha ideato un progetto editoriale concepito come una time capsule intitolato 2014.

Appuntamento alle 18.45 a Fondazione SmArt – Polo per l’arte
Piazza Crati, 6/7
Ingresso libero fino a esaurimento posti.
Gradita la prenotazione: 
esposizioni@fondazionesmart.org - 06. 99345168

 

Commenti