Ultimora

Michael Caine: «Non ho nessun problema a girare nudo». Così l’attore di Youth

Michael Caine è uno degli attori chiamati da Paolo Sorrentino per il suo film Youth presentato oggi a Cannes che ha riscosso commenti contrastanti. Caine interpreta nel lungometraggio Fred, un direttore d’orchestra in pensione che cerca di esorcizzare la vecchiaia in un lussurioso hotel ai piedi delle Alpi con il suo amico Mick, un regista intento al lavorare al suo ultimo film. Come tutta la troupe Caine questa mattina era Cannes ed è stato intervistato Hélène Pagesy, giornalista di Figaro. «Adoro talmente tanto questo film che non mi importa di vincere o meno. L’equipe di Youth è brillante. Sono stato un soldato nella mia vita e ho imparato che se si sopravvive è grazie agli altri. In un film è la stessa cosa». In Youth Caine ha una parte di nudo quasi integrale e con saggezza spiega perché per lui non c’è nessun problema di girare nudo: «Girare nudo mi importa poco. Questo è il solo corpo che possiedo e non ho nessuna intenzione di candidarmi a mister Universo. Sono conoscente che alla mia età non reciterò che ruoli di uomini anziani e il solo modo che ho per interpretare dei ruoli di giovane è morire. Il film descrive bene questo aspetto della vecchiaia e basta guardare la locandina ufficiale: due uomini vecchi che guardano un sublime e giovane corpo femminile».

Qui il trailer ufficiale del film

Commenti