Ultimora

Richard Tuttle realizza una grande installazione per la Tate

Un’imponente installazione di stoffe rosse e gialle si adagia sulla struttura portante del tetto della Tate Modern. Si tratta dell’ultimo lavoro di Richard Tuttle, scultore americano classe ’41, che ha deciso di intervenire sullo spazio con I don’t know. The weave of textile language, pensata appositamente per l’entrata del museo contemporaneo britannico. Un’opera sontuosa che si sviluppa su 24 metri di lunghezza e 12 di altezza e unisce il lavoro artistico e l’artigianato, esprimendo anche visivamente il contrasto tra elementi meccanici e umani. L’installazione è stata commissionata all’artista dalla Tate, per essere inaugurata in concomitanza con la grande retrospettiva che gli dedica la Whitechapel gallery fino al 14 dicembre. Info: www.tate.org.uk

Commenti