Ultimora

Bara d’artista alla Triennale delle arti visive

Fino al 13 giugno prosegue la Triennale delle arti visive a Roma, aperta il 6 giugno. Oltre 200 artisti in mostra per un’edizione curata da Daniele Radini Tedeschi e inaugurata da Achille Bonito Oliva. Lo scopo del curatore è di sfruttare l’evento della triennale per lanciare il suo “manifesto dell’estetica paradisiaca”, un concetto filosofico che sancisce la rinascita del pensiero dopo un periodo di tilt e di buio delle idee. La prima azione organizzata dal curatore è stata quella di far trasportare una realistica bara d’artista di Wright Grimani durante l’inaugurazione da 6 attori e 4 uomini  tra cui Luigi Di Fiore, Paco Reconti e Eleonora Vanni. Il feretro ha sfilato lungo il percorso espositivo per 20 minuti. Diverse sono state le reazioni del pubblico colto di sorpresa al passaggio di questo insolito funerale in piena mostra.

Commenti