"The book date": dimmi cosa leggi e ti dirò di sì

Seduti uno di fronte all’altra, uomini e donne si raccontano il libro che hanno amato dietro uno pseudonimo. Nella speranza di trovare la "propria storia". Ecco lo "speed date" in chiave letteraria che il 15 gennaio farà tappa nella Capitale alla libreria trasteverina Bibli. Ciascun partecipante porta un libro. Non uno qualsiasi, un libro che gli è piaciuto e di cui ha voglia di parlare. Ma c ome funziona veramente questo singolare "speed date"? Ebbene, i concorrenti seduti in tavolini da due, l’uno di fronte l’altra, si raccontano il libro che hanno portato. Allo scadere del tempo, i classici cinque minuti a incontro, gli uomini si siedono al tavolino successivo mentre le donne mantengono la propria posizione; tutti pronti per un nuovo incontro. Ai giocatori viene assegnata un’ identità letteraria fittizia (es: Ernest Hemingway e Virginia Woolf) e tra un incontro e l’altro, segnano sulla propria "scheda di gioco", un si o un no accanto al personaggio letterario appena conosciuto. Alla fine, ciascuno può regalare il suo libro al lui o alla  lei con cui si è trovato meglio. Tutti ricevono in omaggio un libro Zandegù, casa editrice di Torino che sostiene l’evento. Le schede di gioco vengono analizzate per verificare gli incroci tra i partecipanti. In caso di reciproco si, entro 72 ore, viene inviata una mail alle persone “affini” comunicando  i rispettivi nomi con la corrispondente identità di gioco e indirizzi e-mail. Per iscriversi basta registrarsi al sito www.thebookdate.com. (C. M.)