Padova, scambiano opera per spazzatura da incenerire

Un’opera d’arte finisce nell’inceneritore. È successo a Padova, dove i netturbini dell’Aps hanno scambiato per un vecchio mobile da gettare la libreria Legg-io creata da Isabella Facco. L’opera era esposta nella galleria all’aperto organizzata nella città veneta. L’iniziativa Artisti al muro, tuttavia, non aveva previsto l’eventualità che le opere contemporanee potessero essere prese e portate via dalla nettezza urbana come se si trattasse di generica immondizia: una copia del lavoro è stata riportata in via Zabarella, da dove era stata rimossa, ma questa volta è stata posizionata ad alcuni centimetri di altezza da terra. Una targhetta ne indica ora la natura artistica. E per fortuna che si trattava di un lavoro, come dire, rimpiazzabile.