Pupi Avati: «Il cinema non mi piace, non ci vado mai»

«Non mi piace il cinema, non ci vado mai». Parola di Pupi Avati. Stupisce che a dirlo sia un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico. Il bolognese, ospite della trasmissione di Radiodue Un giorno da pecora, confessa di non aver visto "Somewhere", il film di Sofia Coppola premiato a Venezia, né l’ultimo di Saverio Costanzo. «Io faccio cinema dalla mattina alla sera, faccio un film ogni dieci mesi – spiega – secondo voi la sera ho voglia di vedere La solitudine dei numeri primi?». Da venerdì 8 ottobre Avati sarà nella sale con il suo ultimo lavoro Una sconfinata giovinezza.