Vent'anni fa l'addio al 45 giri

Vent’anni fa scompariva il simbolo di un’epoca. Il 18 agosto 1990, in seguito a un accordo tra le multinazionali del disco, il 45 giri usciva dalla produzione. Il singolo in vinile, "il buco con due canzoni attorno" che per alcuni decenni è stato il simbolo del consumo musicale di massa, diventa un oggetto da collezione o un prodotto "millesimato", realizzato come un gadget o per un mercato selezionato. Il 45 giri è stato la prima vittima della conversione dell’industria discografica dal vinile al compact disc, che negli anni ’90 si afferma definitivamente e rappresenta il primo passo verso il passaggio dall’analogico al digitale che ha rivoluzionato la produzione e il consumo della musica, fino a mettere in crisi l’idea tradizionale del supporto come strumento esclusivo di ascolto musicale.