Milano, ucciso e fatto a pezzi il gallerista Giovanni Schubert

Un anziano gallerista barbaramente ucciso a mani nude e fatto a pezzi a Milano. Si tratta di Giovanni Schubert, 76 anni, titolare della galleria d’arte Borgogna di via Visconti di Modrone. I resti dell’uomo sono stati trovati nel tardo pomeriggio nel Naviglio Alzaia Pavese. La sua scomparsa era stata denunciata stamattina dal genero, che agli agenti lo descriveva come un uomo metodico e sempre puntuale. Pare che il responsabile del sanguinoso omicidio sia già stato individuato: dopo il ritrovamento del cadavere un uomo è stato infatti trattenuto in Questura ha confessato l’omicidio. È un giovane di 36 anni che in questo momento si trova in stato di fermo in attesa di essere interrogato dal pm di turno. Sarebbe stato lo stesso fermato a indicare il luogo dove recuperare il corpo martoriato del gallerista. Il fatto, secondo le prime informazioni, sarebbe avvenuto per motivi di interesse legati al mecato dell’arte: entrambi si occupavano di quadri d’autore. (S. C.)