Firenze, una mostra per ricordare le foibe

ll convento di Sant’Orsola, da poco riportato dalla provincia di Firenze alla sua dignità storica nel contesto fiorentino, fu uno dei luoghi di accoglienza dei profughi istriani e veneto-giuliani che, nel passaggio dalla seconda Guerra mondiale alla pace, furono costretti a un esodo drammatico, preceduto dalla stagione degli eccidi nelle foibe. I drammi patiti da quella terra e da quelle popolazioni rivivono ora in una mostra in dieci pannelli, Fascismo, foibe, esodo, che sarà ospitata da giovedì 10 febbraio fino al 17 nella galleria Via Larga della provincia di Firenze. La mostra è stata presentata dall’assessore provinciale alla Pubblica istruzione, Giovanni Di Fede, e da Silva Rusich, rappresentante dell’Aned (Associazione nazionale ex deportati). (S. C.)