Oliver Stone: «Hitler? Capro espiatorio»

Una mini serie in dieci puntate per riscrivere la storia del ventesimo secolo. "Secret history of America" è per Oliver Stone il sogno nel cassetto che si realizza, ma anche il modo per raccontare con parole e immagini a uso e consumo della tv via cavo Showtime personaggi come Adolf Hitler o Stalin. Un progetto che fa già discutere, per le parole che il regista ha speso durante la presentazione a Pasadena: «Hitler è un facile capro espiatorio per la storia ed è stato usato troppo facilmente. Non possiamo giudicare le persone solo come buone o cattive. Lui è il prodotto di una serie di azioni. Causa, ma anche effetto. Le persone in America non sanno nemmeno la connessione che esiste tra la Prima e la Seconda Guerra mondiale», ha spiegato il regista americano. Nelle dieci puntate previste, Stone ripercorrerà alcuni eventi storici cruciali degli ultimi 60 anni di storia americana e mondiale. Anche la figura di Stalin, riferisce oggi il Guardian, sarà rivista nel contesto in cui è vissuta, raccontando come abbia «combattuto la macchina da guerra tedesca più di ogni altra singola persona». Ci sarà da discutere. (S. C.)

Articoli correlati