Festival, i premi collaterali

Sono appena stati assegnati i premi collaterali del Festival internazionale del cinema di Roma. Il premio La meglio gioventù del ministero della Gioventù per il Miglior film in concorso legato al mondo dei giovani e dedicato ai temi educativi e civili è stato assegnato a: L’uomo che verrà di Giorgio Diritti. Il premio Libera associazione rappresentanza di artisti (Lara) alla Migliore interprete italiana è andato a Anita Kravos per Alza la testa di Alessandro Angelini. E ancora, il premio Enel Cuore al Miglior film sociale (sezione L’Altro Cinema, Extra) è finito a "Hot", Human Organ Traffic di Roberto Orazi. Il riconoscimento Farfalla d’oro (Agiscuola) "Brotherskab" di Nicolò Donato, quello al Miglior progetto europeo (La fabbrica dei progetti), Levi’s a "No one’s child" di Stefan Arsenijevic. Infine, il premio Ikea è andato a "The cove" di Louie Psihoyos e quello Hag a Latta e cafè di Riccardo Dalisi. Chiude Alba Rohrwacher, cui è stato assegnato il premio 10 e Lotto. In serata i premi ufficiali. (S. C.)

Articoli correlati