Ultimora

L’impero delle luci, Frutta gallery presenta una nuova serie di lavori di Alek O.

Dopo aver lasciato a bocca aperta il pubblico romano nel 2014 con i colori e i materiali di If there is a last summer morning, Alek O. ritorna da Frutta gallery con un nuovo progetto che inaugura il 16 marzo dal titolo L’impero delle luci. L’artista, nata a Buenos Aires e naturalizzata italiana dove studia al Politecnico di Milano, è conosciuta per le sue realizzazioni in cui unisce i principi del tradizionale ready-made alle attività manuali, dal ricamo alla pittura e scultura. Centro del lavoro dell’artista argentina sono oggetti quotidiani dimenticati, logorati e destinati alla distruzione che diventano strumenti rielaborati fino alla più completa astrazione. Geometrie che consegnano ordine a un materiale vissuto, fissandolo nel tempo, eliminandone l’essenza originale ed elevandone il significato estetico. Le opere acquisiscono senso resettando il significato degli oggetti originali e assorbendone tutta la bellezza. Lavori intrisi di memoria e nostalgia, immersi in un mondo tutto colorato fatto di forme rigorose e risultati sorprendenti. Il passato diventa base per la creazione di qualcosa di nuovo. Fusioni e scomposizioni di oggetti storicamente legati alla sua vita privata, attraverso procedure artigianali distruttive e allo stesso tempo nobilitanti, traducendoli in forme geometriche accattivanti esteticamente ma irriconoscibili. Per l’artista argentina questa forma di trasformazione è anche una modalità di conservazione di oggetti che in altre situazioni verrebbero scartati e invece si rigenerano e viene loro concessa una nuova vita. Info: www.fruttagallery.com, www.facebook.com

Commenti