Al Design Museum di Londra una mostra sull’universo di Barbie

Con oltre 250 oggetti in mostra, il Design Museum è la prima istituzione a presentare una rassegna sulla bambola più famosa al mondo

Il Design Museum di Londra ha annunciato una nuova mostra dedicata all’universo di Barbie. Nell’esposizione, che inaugurerà il 3 luglio 2024, verranno presentati al pubblico oltre 250 oggetti, tra cui 180 bambole. Visitabile fino al 23 febbraio 2025, la mostra sarà progettata da Sam Jacob Studio e ripercorrerà i 65 anni del design della bambola più famosa al mondo. Tra i pezzi forti, la rara prima edizione di Barbie del 1959, acquisita nella collezione del museo, oltre a un prototipo di Barbie parlante e al best seller Totally Hair Barbie.

Pronta per l’inaugurazione in occasione del 65° anniversario del marchio Barbie, Barbie: The Exhibition verrà organizzata in collaborazione con Mattel, azienda leader a livello mondiale nel settore dei giocattoli, e presenterà per la prima volta esemplari rari e accessori unici. I visitatori si troveranno faccia a faccia con bambole importanti e particolari, dalla prima Barbie a “muoversi” alla prima Barbie a “parlare”, oltre a una vasta selezione di altre che hanno fatto parte dell’universo Barbie e hanno avuto un impatto sulla cultura nel corso dei decenni.

Al Design Museum in mostra esemplari rari di Barbie

La mostra esplorerà il cambiamento dell’aspetto di Barbie in relazione all’evoluzione culturale della diversità e della rappresentazione. In più, presenterà approfondimenti esclusivi e dietro le quinte dei processi di progettazione della Mattel e offrirà un’esplorazione dettagliata della bambola Barbie come creazione innovativa dal punto di vista tecnico e materiale. Tra i pezzi più importanti ci saranno alcune delle bambole più riconoscibili e più vendute, tra cui la Barbie Sunset Malibu “ragazza surfista” del 1971, una delle più popolari del decennio, e l’innovativa Barbie Day to Night del 1985, progettata per riflettere la rivoluzione del posto di lavoro per le donne negli anni Ottanta, che vedeva il tailleur rosa di Barbie in tenuta da lavoro trasformarsi in un elegante abito da sera. Ci saranno anche due esemplari della Barbie Totally Hair del 1992, la Barbie più venduta di tutti i tempi, che ha venduto oltre 10 milioni di esemplari in tutto il mondo.

Tra le bambole speciali in mostra al Design Museum ci sarà un prototipo unico della primissima Barbie parlante (lanciata nel 1968), uno dei tanti pezzi rari presi in prestito direttamente dagli archivi della sede centrale della Mattel a Los Angeles. Questo prototipo è dotato di un busto trasparente, destinato a mostrare il meccanismo vocale della bambola – attivato da una cordicella – a potenziali grossisti e acquirenti di giocattoli. Saranno esposti anche molti amici di Barbie, tra cui la sua prima amica Midge, le amatissime Christie e Teresa e la sorella minore di Barbie, Skipper. Ci sarà anche una sezione dedicata a Ken, con sei decenni di bambole Ken che ne tracciano l’evoluzione dalla sua introduzione nel 1961.

Un viaggio nella moda e nel design

Barbie: The Exhibition sarà un viaggio di ampio respiro nell’universo di Barbie. Mostrerà come sia stato plasmato, fin dalla sua creazione, da un’enorme varietà di playset, veicoli, case e altri accessori che hanno contribuito a “disegnare” l’universo in cui Barbie esiste. L’insieme di questi oggetti mostrerà come Barbie e i suoi accessori abbiano sempre rispecchiato i gusti e le tendenze dell’epoca e come si siano confrontati con il design moderno in modo aspirazionale ma accessibile. Nel percorso della mostra i visitatori della mostra potranno anche vedere l’influenza di importanti designer e architetti – da Florence Knoll a Frank Gehry – sull’universo di Barbie, nonché il significato di varie tendenze mainstream e di grandi rivenditori.

Altro tema portante della mostra, la moda. Saranno esposti decine di abiti originali di Barbie che evidenziano le origini di Barbie come bambola di moda e il suo impatto sulla storia più ampia dell’abbigliamento moderno. Tra questi, abiti come “Poodle Parade” (1965) – una replica a grandezza naturale del quale è stata indossata da Billie Eilish quando si è esibita ai Grammy Awards 2024 questo mese – e un abito di Oscar de la Renta del 1985, la prima di molte collaborazioni con il marchio. I visitatori potranno ripercorrere i cambiamenti delle silhouette della moda mainstream negli ultimi 65 anni attraverso la mostra, e vedranno l’influenza degli stilisti – da Claire McCardell e Christian Dior, a Nolan Miller e Zac Posen – sulle scelte di moda di Barbie.

L’ultima sezione della mostra metterà in luce il ruolo duraturo di Barbie come icona della cultura pop, esaminando il suo impatto sul design in tutte le sue forme, dalla moda al cinema, nonché le incursioni del marchio Barbie nella difesa sociale. Questa sezione includerà anche i costumi originali indossati dagli attori nel film Barbie 2023 e altri oggetti che esplorano lo status di Barbie come figura culturale.

Barbie per la prima volta in mostra: le dichiarazioni del Design Museum

Barbie: The Exhibition è la prima mostra che un importante museo del Regno Unito organizza sulla bambola più famosa al mondo. L’esposizione è stata resa possibile da una partnership con Mattel Inc, che ha permesso al Design Museum di attingere agli archivi di Barbie della Mattel in California per una serie di prestiti chiave, oltre a utilizzare l’esperienza degli storici e degli archivisti del marchio Mattel.

Tim Marlow, direttore e amministratore delegato del Design Museum, ha dichiarato: «Il design è stato al centro della storia di Barbie fin dalla sua creazione 65 anni fa. E come abbiamo visto di recente, il suo impatto si è evoluto con ogni nuova generazione. I visitatori della nostra mostra si troveranno faccia a faccia con alcune delle più importanti e riconoscibili iterazioni di Barbie degli ultimi sei decenni e mezzo e speriamo che sia un’esperienza gioiosa, affascinante, stimolante, illuminante e forse anche nostalgica per generazioni di fan di Barbie».

«L’universo di Barbie è vasto ed emozionante, e questo grazie al lavoro meticoloso di designer di talento negli ultimi 65 anni. Barbie è probabilmente uno degli esempi più riconosciuti a livello mondiale di costruzione di un mondo attraverso il design di prodotti e grafica, e a sua volta ha ispirato molti designer e artisti a rispondere alla sua storia. La storia del design di Barbie è un argomento ricco di spunti per il nostro museo». Questa invece la dichiarazione di Danielle Thom, curatrice della mostra.

Kim Culmone, SVP Design di Mattel, ha invece dichiarato: «Fin dal suo debutto nel 1959, Barbie è diventata un’icona e un’ispirazione internazionale che continua a stimolare la conversazione, la creatività e l’espressione di sé in tutto il mondo. Questa mostra racconterà la storia di Barbie attraverso una lente di design che comprende la moda, l’architettura, l’arredamento e il design dei veicoli, tutti spazi in cui Barbie ha lasciato un segno nella cultura durante i suoi notevoli 65 anni di carriera. Non vediamo l’ora che i fan e il pubblico sperimentino questa mostra con il rinomato Design Museum il prossimo luglio».

Per la prima volta in mostra in un’importante istituzione del calibro del Design Museum, l’universo di Barbie verrà presentato al pubblico il 5 luglio 2024.

Articoli correlati