Bottega Veneta apre a Venezia all’interno di Palazzo Van Axel

Un nuovo spazio esclusivo nel cuore di una delle città più affascinanti del mondo: la maison di lusso inaugura uno spazio, dedicato a clienti selezionati, all'interno di un antico palazzo

Palazzo Bottega Veneta, nome con cui è stato ribattezzato il progetto che si svolge negli ambienti allestiti dalla maison e ospitati all’interno dell’antico edificio di Palazzo Van Axel, si presenta come nuovo centro pulsante e di lusso nel cuore di Venezia. Gli spazi della residenza saranno curati direttamente da Matthieu Blazy, tra importanti opere d’arte e ricercati pezzi di design, visibili però – solo su rigoroso appuntamento – dai clienti della maison avranno accesso a capi inediti, consulenze speciali e pezzi in materiali pregiati disponibili solo in questa location. Inoltre il prossimo novembre, sarà anche presentata un’anteprima della prima collezione di gioielli firmati Bottega Veneta.

L’edificio in questione è Palazzo Soranzo Van Axel, antica residenza in stile gotico-veneziano. La sua storia comincia infatti nel XV secolo e proprio agli inizi di quegli anni, il palazzo presentava un impianto bizantino. Nel 1473 viene acquistato dalla potente famiglia Soranzo, che lo restaura radicalmente in stile gotico recuperando i materiali lapidei dell’originaria struttura. Nel 1652 viene ceduto a Francesco Van Axel ricco mercante fiammingo poi divenuto patrizio nel 1665. I primi del ‘900 divenne proprietà del Conte Barozzi che vi portò numerosi pezzi della sua collezione lapidea, tra cui anche prestigiosi sarcofagi. Una vera e propria perla nella città lagunare, più nascosta e sconosciuta ma non di certo estranea all’arte: in occasione della 57° Biennale di Venezia ha ospitato interessantissime installazioni contemporanee di alcuni artisti russi.

info: bottegaveneta.it