Le aragoste di Philip Colbert scendono in campo con l’AS Roma

Una partnership tra Philip Colbert e la squadra giallorossa avvicina arte e sport. In vendita gadget e maglie firmate dall'artista

«Sono diventato un artista quando sono diventato un’aragosta», pioniere del metaverso, pittore, scultore, designer di moda e di arredi, sulla scia dei primi pittori pop come Richard Hamilton, Roy Lichtenstein e James Rosenquist, Philip Colbert (Scozia, 1979) ha già portato a Roma in diverse occasioni la sua firma con mostre e iniziative in giro per la città, prima in Via Veneto, poi al Complesso di San Salvatore in Lauro.

Le sue inconfondibili aragoste ora si innestano ancora di più sul tessuto urbano andando, grazie a una nuova partnership annunciata tra l’AS Roma e l’artista britannico di acquisizione. L’irriverente artista in una campagna per la squadra della Capitale fonde i colori giallorossi con la propria creatività per creare qualcosa di unico per gli appassionati di entrambi i mondi, calcio e arte.

“L’AS Roma – ha spiegato Philip Colbert – si trova all’incrocio tra sport, arte, musica, cucina e moda. Il calcio collega il mondo. Roma, l’antica città del mondo e la capitale dell’antichità, è per me la quintessenza dell’arte. Dopo la mia conquista artistica della città nello scorso anno, ho sentito che il personaggio dell’aragosta aveva trovato la sua casa: un guardiano all’antico ingresso romano dove converge tutto il tempo. Trovo che l’idea di mostrare il mio lavoro su questo palcoscenico dinamico con l’AS Roma sia incredibilmente stimolante”.

Oltre l’ironia, molti dei lavori di Colbert nascono da un approfondito studio della storia dell’arte che si interseca nelle opere con i simboli quotidiani della cultura di massa. Il risultato è uno scontro anacronistico: nelle sue scene di battaglia e di caccia che ricordano Paolo Uccello, si ritrova l’aragosta in posa eroica a combattere il Minotauro, a tagliare la testa di Medusa o a sconfiggere il serpente come Laocoonte, icona prototipica dell’agonia umana nell’arte occidentale. Un dialogo curioso tra passato e presente che risuona con l’essenza della città eterna, in cui la vivace vita contemporanea si scontra senza soluzione di continuità con le antiche civiltà.

Da qualche giorno, quindi, negli AS Roma Store e nei canali di vendita del club giallorosso, è in vendita una speciale capsule composta da due t-shirt, una felpa e un toy con l’iconica aragosta di Colbert in maglia giallorosso, per celebrare questa collaborazione. Inoltre, Colbert svelerà una nuova scultura in acciaio della Roma nelle aree hospitality dello Stadio Olimpico. Anche le maglie dei calciatori romanisti scesi in campo contro l’Udinese sono state caratterizzate dal tocco di Colbert, con una trama realizzata ad hoc dall’artista.

Articoli correlati