The Perf. End, il potere trasformativo della fine

Chiude lo studio milanese degli artisti Carla Giaccio Darias, Andrea Noviello e Alejandra Varela Perera, e nasce da qui un nuovo desiderio d'incontro

The Perf. End è la storia, come si può intuire, di una fine. Chiude infatti lo studio degli artisti Carla Giaccio Darias, Andrea Noviello e Alejandra Varela Perera, in via Privata Passo Pordoi 6, a Milano. E a questa chiusura corriponde un’inaugurazione, il 24 giugno alle ore 17:00, di una mostra che scardina la condizione inesorabile della conclusione, concependola piuttosto nel suo più profondo significato trasformativo. The Perf. End nasce da qui, da un desiderio di incontro e celebrazione, dove ventitre artisti si inseriscono all’interno di uno spazio prossimo al concludersi e aperto alla contaminazione: installazioni, lavori site-specific, dipinti, video e performance si diramano sinergicamente nello spazio

Come in una scenografia teatrale, le opere incarnano testimonianze di esperienze personali che si intrecciano in una narrazione a più voci e invitano il pubblico ad accedere all’interno di un mondo intimamente collettivo e antigerarchico. In questo modo, The Perf. End promuove una visione basata su un rapporto orizzontale e transindividuale che tiene conto dell’essenziale condizione di interdipendenza della struttura sociale, in opposizione all’isolamento identitario che veste la cultura contemporanea. Così come il regno sotterraneo del micelio crea relazioni simbiotiche che favoriscono la crescita e la vitalità dell’ecosistema fungino, The Perf. End è il risultato analogo di una sistema di interconnessione preesistente e pre-individuale di cui la mostra non è altro che una testimonianza. Se in natura nessuna identità può essere concepita se non nel suo costante e incessante relazionarsi, la mostra rivela la struttura entropica dell’essere umano e del conseguente sistema sotterraneo del mondo dell’arte.


The Perf. End
Federico Arani, Davide Capuano e F is for Fuzz, Gabriele Ciulli, Gaia De Megni, Giuseppe Di Liberto, Alessandro Di Lorenzo, Carla Giaccio Darias, Valentin Gillet, Jakob Goubran, Vinicius Jayme Vallorani, Bogdan Koshevoy, Giuseppe Lo Cascio, Joshua Merchan Rodriguez, Lorenzo Montinaro, Alberto Montorfano, Pietro Moretti, Andrea Noviello, Jimena Orrantia Treviño, Luca Poma, Sofia Salazar Rosales, Alejandra Varela Perera, Zazzaro Otto
a cura di Camilla Giaccio Darias con Arnold Braho
24 giugno, ore 17.00
via Privata Passo Pordoi 6 – Milano