Oroma Elewa la vincitrice della terza edizione del Premio Tosetti Value per la fotografia nell’ambito di Artissima

L'azienda ha premiato un lavoro fotografico che riflette su tematiche sociali, culturali, politiche e razziali nella società africana

Da sinistra: Antonio Carloni, vicedirettore delle Gallerie d’Italia – Torino; Luigi Fassi, direttore Artissima; Fatma Bucak, artista; Walter Guadagnini, direttore di CAMERA Centro italiano per la fotografia di Torino; Marine Lemoal, Gallery Manager In Situ – Fabienne Leclerc; Giulia Tosetti.
Photo credit: Perottino – Piva – Peirone / Artissima

È Oroma Elewa la vincitrice della terza edizione del Premio Tosetti Value per la fotografia sostenuto da Tosetti Value – Il Family office. Il premio, che nasce dal desiderio di indagare la relazione tra arte ed economia e dilatare il campo prospettico sulla realtà, è assegnato all’artista il cui lavoro fotografico è ritenuto particolarmente interessante per comprendere la situazione storico-sociale ed economica del nostro mondo globalizzato.
L’artista è presentata dalla galleria In Situ – Fabienne Leclerc, Parigi.

Oroma Elewa & Galerie In Situ-fabienne leclerc, Grand Paris


Il premio è stato conferito all’artista da una giuria internazionale composta da Fatma Bucak, artista, Antonio Carloni, vicedirettore delle Gallerie d’Italia – Torino, e Walter Guadagnini, direttore di CAMERA Centro italiano per la fotografia di Torino. Questa la motivazione:
 
Il Premio Tosetti Value per la fotografia va a Oroma Elewa, un’artista il cui lavoro fotografico riflette con ironia e puntualità su tematiche sociali, culturali, politiche e razziali nella società africana, essendo anche mediate dalle esperienze personali e dirette dell’artista, attiva nella comunità nigeriana. I temi di genere e di identità dominano il lavoro di Elewa e per questo assumono rilevanza sia specifica rispetto al contesto nazionale dell’artista, che generale, essendo queste un’urgenza globale della contemporaneità.
 
L’opera di Oroma Elewa gioca ironicamente su una serie di stereotipi della rappresentazione della figura femminile, con uno sguardo particolare al mondo della fotografia di moda e delle riviste patinate. Il topos della ragazza nera, seducente, viene rispettato pienamente nell’iconografia che occupa la parte sinistra dell’opera, ma viene messo in discussione – e sostanzialmente deriso – nella parte destra, nella quale una frase riafferma l’individualità delle scelte della protagonista dello scatto. Attraverso la pratica dell’autoritratto, Elewa si mette in gioco in prima persona, rimandando allo stesso tempo – attraverso i suoi travestimenti – a una ormai lunga tradizione fotografica, che dagli anni della Pictures Generation e in particolare dall’emersione della figura di Cindy Sherman e dalla pratica della scrittura in chiave di slogan di autrici come Barbara Kruger giunge sino all’attualità. L’opera di Elewa conferma, d’altra parte, la straordinaria vitalità della fotografia proveniente dal continente africano, capace di unire l’immediatezza dell’immagine con una riflessione sulle tematiche più stringenti dell’attualità.  
 
Il Premio Tosetti Value per la fotografia è in stretto rapporto con “Prospettive. L’economia delle immagini”, progetto sulla fotografia contemporanea nato nel 2014 e curato da Tosetti Value per l’Arte, con l’obiettivo di alimentare dibattiti e riflessioni sul nostro mondo globalizzato attraverso mostre e talk in sinergia con le ricerche economiche del Family office. L’artista vincitore, oltre a un riconoscimento in denaro, avrà l’opportunità di entrare in dialogo con il progetto “Prospettive. L’economia delle immagini” nel corso del 2023.
La prima edizione del Premio Tosetti Value per la fotografia è stata assegnata a Raed Yassin, presentato dalla galleria Isabelle van den Eynde di Dubai; la seconda edizione ha premiato Fatma Bucak, presentata dalla galleria Peola Simondi di Torino. Tosetti Value – Il Family office ha acquisito un’opera di entrambi gli artisti per la propria Collezione corporate.