Alta tensione tra passato e presente: la Galleria Nazionale di Roma rende omaggio a Carlo Montarsolo

A cent'anni dalla nascita, il museo riscopre la figura di Montarsolo, tra le figure più rappresentative della pittura italiana del secondo Novecento

La devastazione della guerra e l’onda rivoluzionaria delle Avanguardie sono il terreno fertile su cui si sviluppa la pittura di Carlo Montarsolo. Un talento artistico fuori dal comune che in breve tempo è in grado di guadagnarsi il prestigio che critici come Giulio Carlo Argan e Raffaello Causa gli riconoscono a pieno titolo. A cent’anni dalla sua nascita a Marmore, nella provincia ternana, La Galleria Nazionale di Roma dedica al pittore una retrospettiva che mira a mettere in luce il talento di uno dei personaggi della storia del Novecento, tanto illustri quanto poco ricordati dal grande pubblico.

Alta Tensione tra passato è presente è il titolo dell’esposizione a cura di Giorgio Agnisola, in corso fino al 6 novembre. Un progetto che mette ben in evidenza le fasi di sviluppo di Montarsolo, la cui espressione artistica si lega a doppio nodo con l’immaginario e il paesaggio partenopeo, elemento mai assente nella sua vita di uomo e di pittore. Influenzato dalla corrente del Cubismo analitico, firma la sua produzione di lavori sospesi tra realtà e astrazione come il grande olio ispirato alla Cathédrale Engloutie di Debussy: Il tempio sommerso che rappresenta il primo esempio di cubismo analitico visto a Napoli, tanto da aggiudicarsi un riconoscimento nella Mostra del Mezzogiorno del 1962 a Palazzo Reale di Napoli.

Il dato costruttivo, pur restando trama essenziale dell’immagine, viene per così dire assorbito dai multipli tagli della luce, evocando misteriose e quasi magiche armonie che si contrappongono a opere più introverse e materiche, tendenzialmente simboliche, come Sole sul davanzale (1962) o Elementi di una macchina (1979), caratterizzate da calibrate scansioni di piani e di forme, talora da giochi sottesi e intimistici di luci e ombre.

L’equilibrio di Montarsolo tra tradizione e innovazione pittorica si inserisce perfettamente nella cornice della Galleria Nazionale: le opere presenti in mostra intrecciano un prezioso dialogo con opere selezionate, provenienti dalle collezioni della Galleria, di artisti a lui contemporanei come Lucio Del Pezzo, Umberto Mastroianni e Augusto Perez. 

Montarsolo. Alta tensione tra passato e presente
a cura di Giorgio Agnisola
fino al 6 novembre
La Galleria Nazionale – viale delle Belle Arti, 131, Roma
info: lagallerianazionale.com

Articoli correlati