“Nero con punti”. A Bologna, l’opera di Burri torna in mostra da Cubo dopo un lungo restauro

Terminata la lunga fase di restauro, l'opera di Alberto Burri torna visibile al pubblico di Cubo, insieme ad altre quattro grandi opere

Dopo un lungo e accurato restauro, torna visibile al pubblico di Bologna, negli spazi di CUBO, il museo d’impresa del Gruppo Unipol, Nero con punti, l’opera fondamentale della serie dei Sacchi di Alberto Burri

Il progetto artistico inaugura il 7 ottobre con il titolo Alberto Burri Reloaded ed è curato da Ilaria Bignotti all’interno delle due sedi bolognesi di Cubo, Porta Europa e Torre Unipol.
In Porta Europa è esposto Nero con punti, lavoro pittorico del 1958 di grandi dimensioni, patrimonio del Gruppo Unipol, che torna visibile dopo il restauro condotto da Muriel Vervat in collaborazione con l’Area ricerche per il restauro del Cnr di Firenze. La delicata e complessa operazione, che ha richiesto oltre due anni di lavoro, realizzata con innovative tecniche green di biorestauro, costituisce il cuore del progetto espositivo, arricchito da video, materiali didattici e interventi di esperti, alcuni degli aspetti fondamentali della conservazione delle opere d’arte.
Il percorso prosegue poi nella sede di Torre Unipol, dove sono esposte in un ideale dialogo altre quattro opere del maestro umbro, in prestito dalla galleria Tornabuoni Arte.
«Una mostra fatta di scoperte a partire dalla monumentale opera al nero, scoperte che proseguono alla Torre Unipol con altri quattro lavori emblematici», racconta la curatrice. «Due di questi afferiscono al ciclo dei Catrami, entrambi datati 1950, scelti, nel percorso espositivo, per il dialogo che intessono con il grande Nero con punti, a partire dal problema della stratificazione e della composizione dei materiali. È ancora il nero a essere quinta massacrata dalle stratificazioni materiche biancastre, nell’opera Muffa del 1951, che ribadisce la battaglia tra magma e composizione; nell’opera di un anno successivo, il Senza titolo del 1952, ecco il sacco, assieme alla sabbia, al vinavil, al collage di altri materiali ancora, a provare a cucire il campo, a rimettere ordine tra i misteri della materia che Burri, così sapientemente, cuce e intesse, manipola e infuoca». 

Alberto Burri, Nero con punti (dett.), 1958. Patrimonio artistico del Gruppo Unipol.
Fondazione Palazzo Albizzini – Collezione Burri, Città di Castello © 2022

​L’occasione di restituzione alla collettività dell’opera di Burri diventa spunto per riflettere sugli approcci di intervento di restauro, conservazione e ripristino dei capolavori del Novecento e, allo stesso tempo, occasione per tornare a leggere alcuni temi cruciali della poetica burriana che diventano, drammaticamente e visionariamente, emblemi per pensare la nostra epoca.
La mostra è accompagnata da un catalogo edito da CUBO, in cui si legge, tra le parole del testo critico di Ilaria Bignotti: «Un viaggio dal restauro al pubblico, dalla memoria al futuro, dall’unicità di una straordinaria esperienza pittorica alla condivisione scaturita dal nostro convolare di occhi, sopra, dentro, e attorno alla grande, monumentale opera al nero di Alberto Burri».

Alberto Burri, Nero con punti (dett.), 1958. Patrimonio artistico del Gruppo Unipol.
Fondazione Palazzo Albizzini – Collezione Burri, Città di Castello © 2022

Alberto Burri Reloaded
Il ritorno dell’opera Nero con punti
a cura di Ilaria Bignotti
7 ottobre 2022 – 21 gennaio 2023 
CUBO Unipol, Bologna

Articoli correlati