Romics, oltre ogni confine – Torna a Roma il festival internazionale del fumetto

A maggior ragione in un periodo storico come questo, tra pandemia e guerra, c’è bisogno di eventi come Romics, festival internazionale del fumetto, animazione, cinema e games che torna nell’edizione primaverile, dal 7 al 10 aprile, nella consueta cornice della fiera di Roma. 

Dunque, gli sconfinati universi della creatività, nonché i linguaggi dell’immaginario tornano a colorare (oltre qualsivoglia confine) la 28esima edizione del festival, che presenta oltre duecento espositori nei quattro padiglioni fieristici e quattro giorni di kermesse con un calendario fitto di presentazioni, performance, autori, tornei, raduni cosplay, game, influencer, talent e parecchio altro. 

Romics

In questa edizione si rinnovano le collaborazioni istituzionali con il Centro per il libro e la lettura e il Ministero della Cultura per rinsaldare l’identità e la visibilità a livello nazionale e internazionale del fumetto, e con la Regione Lazio in tema di valorizzazione dell’editoria di comparto e di sviluppo delle imprese culturali. 

A fare da filo conduttore il manifesto realizzato da Laura Scarpa, rilevante figura del fumetto di casa nostra (è autrice, illustratrice, editrice, docente, saggista e storica della nona arte), omaggiata quest’anno con l’assegnazione del Romics d’oro. Lo stesso riconoscimento andrà a Vincenzo Mollica, giornalista, scrittore, autore e conduttore per la tv e la radio, curatore di mostre e riviste, nonché disegnatore e pittore. Restando sul tema, la quarantennale carriera di Scarpa – che verrà ripercorsa attraverso un incontro con Massimo Galletti – sarà al centro del percorso espositivo Le molteplici sfumature del fumetto, mentre l’iter visivo dedicato alla carriera di Mollica (“Sì, confesso: sono Vincenzo Paperica”) vedrà riprodotti i più curiosi e storici tributi nei suoi confronti, ben selezionati dal curatore Riccardo Corbò. 

Romics

Affrontando da sempre (e per sempre) temi urgenti e necessari – dalla piena libertà alla parità dei diritti e di genere alle tematiche ambientali – Romics è un costante invito, sia ai visitatori sia agli addetti ai lavori, a condividere le proprie passioni, a incontrarsi nel dialogo e nelle differenze puntando sulle arti dell’immaginario e sui suoi protagonisti. Da qui l’iniziativa Lupics for peace: un grande, colorato e significativo wall che prenderà vita nel corso del festival grazie alla collaborazione di grandi firme italiane di oltreconfine invitate a lasciare un messaggio disegnato sull’imponente murales. E ancora, si spazierà da un percorso visivo in Nft (Non-fungible token) dell’artista Fabrizio Spadini al premio Romics musica per immagine (grande novità, quest’ultima), dedicato ai professionisti della “musica per immagini” fino all’immancabile cerimonia di premiazione delle maggiori firme della nona arte, alla presenza della giuria di qualità. 

Nella quattro giorni alla fiera di Roma non mancheranno poi gli eventi speciali e le anteprime: dal tributo a Michelangelo La Neve, scrittore per il fumetto, il cinema e la tv attraverso l’incontro Il fumetto al cinema: da Martin Mystère al film Diabolikcurato dalla Scuola romana dei fumetti, con l’intervento de i Manetti bros, agli incontri (con protagonisti altrettanti nomi rilevanti del settore) dal titolo Pari dignità e diritti, la parola alla matita, E così, vuoi diventare fumettista, Omaggio al grande fumetto d’autore: Mario Carìa 1934-2001. Confermato il rilevante spazio dell’Artist Alley dedicato ad autori, autrici e alle più grandi matite del fumetto italiano ed internazionale. Si potrà proseguire con Senti chi parla: tutto il cinema di Romics, con il Movie village che ospiterà i titoli più importanti in arrivo in sala in primavera e all’inizio dell’estate. Quindi i numerosi appuntamenti dedicati ai manga, agli anime, ai webtoon, con tutte le novità dall’estremo oriente. Il divertimento incalzerà nelle aree di intrattenimento dedicate al game e card game – attività, eventi, talent e tornei per coinvolgere di nuovo il pubblico attraverso momenti di svago e condivisione  con oltre cento postazioni gaming – ma anche all’interno dello spazio Arcade and Food con tornei di retrogaming, show d’intrattenimento e performance di cartoon cover band.

Info: www.romics.it