Ultimora

La performance di Giovanni Vetere per il finissage di Giovani Creativi

Dopo tre mesi la mostra Giovani Creativi, Le origini del Genio a Palazzo Massimo, sede del Museo nazionale romano, volge al termine. E da venerdì a domenica si celebra il closing con la performance Il cappello del polpo,  di Giovanni Vetere, uno dei 12 talenti under 30 selezionati per la mostra. Un’occasione straordinaria di unione tra la creatività contemporanea e la cultura consolidata. In effetti questo innesto di gioventù sancisce per la prima volta un sodalizio abbastanza inconsueto, quello tra i Millennials e il Museo nazionale romano, solitamente destinato alle mostre dei classici e dei grandi nomi della storia dell’arte. 

Il progetto, giunto alla sua seconda edizione, curato da Nicola Brucoli e Carlo Settimio Battisti, direttori di TWM Factory, realizzato in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e con il Museo nazionale romano, esalta le capacità e le competenze di giovani artisti, professionisti e imprenditori dell’ultima generazione, attraverso l’esposizione dei ritratti di 12 talenti italiani under 30, che si sono distinti per sensibilità comunicativa nelle loro categorie artistiche e professionali, scattati da Riccardo Ferranti all’interno delle più significative aree archeologiche della Capitale.

La mostra, partita con il grande successo dell’opening che ha accolto più di quattrocento visitatori, ha animato per due mesi Palazzo Massimo con una serie di iniziative collaterali, come i Talk di confronto tra i giovani creativi e le Lectio mirate al coinvolgimento di professionisti e studenti e volte all’approfondimento dei temi legati alla progettazione di eventi culturali. 

Giovanni Vetere è un giovane artista in grado di farsi carico della vasta eredità culturale che il nostro paese offre e di promuoverne una visione attuale all’insegna della fusione tra passato e presente, forte della sua profonda sensibilità umana e artistica. La performance ha luogo in anteprima assoluta venerdì 31 gennaio a partire dalle ore 16.30 e viene replicata alle 17.30 e alle 18.30 dello stesso giorno. Verrà poi riproposta il pomeriggio di sabato 1 febbraio (16.30 – 17.30) e durante la mattina di domenica 2 febbraio, in occasione dell’apertura gratuita del museo (11.30 – 12.30). Sarà possibile prenotare la visita alla performance con degli accrediti gratuiti che consentono anche l’ingresso alla mostra e al Museo.

La performance riveste un ruolo centrale nell’ambito di un progetto ambizioso che, già costellato di eventi ed iniziative, è orientato alla sperimentazione di forme artistiche e divulgative differenti, promuovendo l’interazione tra la produzione culturale delle nuove generazioni e i beni culturali italiani. La prima edizione di Giovani Creativi, che si è tenuta lo scorso anno alla Galleria Nazionale, ha vinto il contest ”100 storie di creatività” organizzato da Lazio Creativo nella categoria comunicazione visiva e pubblicità, portando il team di TWM Factory tra i 100 creativi under 35 del 2018 nella Regione Lazio. 

Commenti