Ultimora

Street art, al via le residenze d’artista di Atelier Montez

”La artstreet è rivoluzione, novità e nuova Bellezza. Non portiamo l’arte in strada, ma trasformiamo la strada in opera d’arte”. Con queste parole Gio Montez dà il via ad artStreet, programma di residenze e interventi urbani che si svolgerà nel suo atelier, l’Aterlier Montez, nella storica periferia di Roma Pietralata, cuore pulsante della scena contemporanea romana, nei mesi di giugno e luglio. Nel corso dei prossimi due mesi, gli artisti ospiti saranno invitati a studiare ed approfondire temi quali la rigenerazione urbana, l’inclusione sociale e l’impatto ambientale, principi sui quali si basa l’attività dello stesso Atelier, che da oltre 5 anni è uno fra i più attivi promotori di innovazione in un quartiere a destinazione prevalentemente industriale, che attualmente sta vivendo un’importante trasformazione urbanistica e sociale (gentrification).

I primi artisti ospiti delle residenze sono Tancredi Fornasetti (1983) e Jos Diegel (1982). Il primo inaugura la sua esperienza sabato 1 giugno, mentre mercoledì 26 giugno, alle ore 18:30, sempre in atelier, presenta i suoi lavori. Fornasetti ha lavorato in passato al tema dell’impatto ambientale positivo, utilizzando vernici AirLite, una vernice in polvere che, attivandosi a contatto con la luce (sia naturale che artificiale), trasforma agenti inquinanti in molecole di sale. Una vernice in grado di ”mangiare” lo sporco che c’è nell’aria, depurandola dell’inquinamento presente.

Il secondo artista, invece, subentra nel mese di luglio e approfondisce il discorso sul nuovo realismo cinematografico nella periferia di Pietralata, ispirandosi alla nascente poetica locale che prende spunto dal Realismo Cinematografico di Pasolini, Fellini, Antonioni etc. e sviluppa una poetica inedita che potremmo definire ”Nuovo Realismo Cinematografico”, che nasce col primo film di questo tipo, InEsistente diretto da Gio Montez con Ludovico Fremont, attore protagonista, realizzato nel 2017 nello stesso quartiere e non ancora presentato al pubblico. Nel corso della residenza, Diegel userà una 35mm per filmare le sue avventure documentaristiche nel quartiere ed utilizzerà una particolare tecnica di montaggio estemporaneo realizzato, come una performance, alla presenza del pubblico. Di fatto si svolgerà come un workshop nella camera oscura di Atelier Montez in cui il pittore e cineasta tedesco eseguirà un montaggio analogico, intervenendo pittoricamente sui negativi.

Info: https://lnx.montez.it/
Via di Pietralata 147/a

Commenti