Ultimora

Italia e Cile, avvicinati dall’arte contemporanea

Il 4 aprile ha inaugurato la mostra Ultra_Sur all’Ambasciata del Cile a Roma. Si tratta di un progetto ideato e curato da Chiara Mambro finalizzato a creare un contatto e un parallelismo tra arte italiana e cilena. In mostra le opere di Ofelia Andrades, Francisco Belarmino&Estefanía Muñoz, Juana Dìaz, Mauricio Garrido, Gabriel Holzapfel, Alexis Mandujano, Pamela Pintus, Orlando Rojas, Nikolas Sato, Carlos Vidal, Francisca Yañez. 

Durante questi ultimi decenni, l’arte cilena è riuscita ad aprirsi un importante spazio all’interno del panorama contemporaneo internazionale grazie al fervore degli artisti, che sin dalle prime partecipazioni a residenze in Italia, hanno rivelato come la loro arte fosse, dapprima, strumento di fuga e ribellione agli anni della dittatura e, successivamente, una nuova molla di pensiero e riflessione dopo l’oscurità culturale. Tali elementi sono stati fonte di studio e di ricerca nell’operato di Chiara Mambro, manager culturale e fondatrice del programma di residenze d’arte Sinopsis Australis che si occupa, dal 2013, di promuovere lo scambio artistico e culturale tra Italia e Cile. Ultra_sur rappresenta il risultato di cinque anni di lavoro, di tanti incontri con artisti emergenti e con quelli più affermati e narra della fitta rete di relazioni che sono state intessute tra artisti cileni e italiani in entrambi i paesi.

Fino al 30 maggio
Ambasciata del Cile a Roma, viale Liegi 21

Commenti