Ultimora

Spazio In Situ, domani l’inaugurazione della nuova mostra

Ha inaugurato a Spazio in Situ la doppia personale di ACGB, collettivo composto da Angela Cerullo e Giorgio Bloch, e Caroline von Gunten. Le opere, create specificatamente per lo spazio, sono una serie di sculture e un’installazione video, tutte quante il risultato di una catena di transizioni dalla dimensione corporea a quella spazio-temporale e viceversa.

Artisti che vedono gli oggetti come una forma di attivismo politico e approcciano l’installazione in maniera filmica e scenografica, ACGB presentano Carne del possibile, installazione che presenteranno insieme da una performance fatta con l’arista Pascal Sidler. A fare da sfondo è un viaggio di ricerca negli Stati Uniti sud-occidentali, dove il collettivo ha esplorato progetti architettonici e artistici – la maggior parte avviati intorno al 1970 – che concepivano il deserto come spazio di decentralizzazione ed esplorazione dell’idea di futuro. Si tratta di un lavoro che conduce domande sullo stato del soggetto, sul tentativo di tematizzare, di ripensare le sue forme di percezione e socializzazione, fino a riformularle.

Gli spunti provenienti dall’esperienza e la memoria, insieme alla resa fittizia di quest’ultima, sono punti di partenza anche per le opere di Caroline von Gunten. Spesso si tratta proprio di file audio di conversazioni guidate, testi e disegni. L’artista in questo modo è in grado di riproporre dei contesti nuovi nel conflitto tra architettura e paesaggio, spazi reali di esperienza e utopie ai quali il nostro corpo umano (e la mente) possano riferirsi. In bilico tra realtà e finzione, il lavoro di Caroline von Gunten apre degli spazi alla narrazione, all’interno della quale piante, organismi, oggetti quotidiani e storie diverse trovano posto. Il mezzo scelto non si definisce sempre dal campo delle abilità tecniche dell’artista, in linea con la domanda su come l’uomo si muove nello spazio e nel tempo, aprendo nuove modalità di pensiero oltre che rischi.

Visitabile fino al 31 marzo, la mostra Angela Cerullo & Giorgio Bloch / Caroline von Gunten costituisce la seconda mostra delle quattro previste per la serie Gehen in den Bergen spazieren, programmazione dedicata ai giovani artisti svizzeri.

Commenti