Ultimora

Claud Hesse in conferenza al MACRO

Oggi il MACRO Museo d’Arte Contemporanea di Roma, in sala cinema, ospita la conferenza Autoritratto di Claud Hesse, artista visiva che si è formata tra l’Italia e Berlino. La conferenza è l’occasione per l’artista per svelare i suoi lavori più recenti nati da collaborazioni con istituzioni come l’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Frascati) e vari esperti, quali fisici teorici, genetisti, musicisti e molto altro. Al, probabilmente più famoso, progetto di Claud Hesse, DNA-Portrait, presente a diverse mostre sia in Italia che all’estero e vincitore di vari premi, sarà dedicato un focus speciale. Il lavoro consiste nell’ideazione e nella realizzazione di alcuni ritratti ispirati dal genotipo di persone tra cui molte celebri. Ad esso saranno affiancate delle sculture interattive come Big-Conscience, esposta a Berlino, e DNA-Epigen, esposta presso il MUSE – Museo delle Scienze di Trento. Pertanto interviene alla conferenza Lucia Martinelli, ricercatrice del MUSE Museo delle Scienze di Trento, che ha curato la mostra del MUSE Genoma Umano. Quello che ci rende unici. Laureata all’Università di Biotecnologie e diplomata in Pittura con una specializzazione in Arti Visive, Claud Hesse indaga la natura – insieme all’uomo come parte integrante della stessa – e la realtà. Partendo da un punto di vista rovesciato, e cioè dall’infinitamente piccolo per reintrodurlo nel macro, scovando connessioni matematiche e filosofiche inattese, l’artista cerca il filo connettore delle varie sfumature del reale, quel filo di Arianna che tenta di ricongiungere l’essere umano ad un unicum.

 

Commenti