Ultimora

Arte, Memoria e Identità nazionale, a Villa Sciarra un incontro con quattro esperti del settore

Arte, Memoria e Identità nazionale, questo il titolo e queste le linee guida dell’incontro che si tiene il 4 maggio alle 17.00 all’Istituto Italiano di Studi Germanici nell’ambito dei Seminari di Villa Sciarra. L’arte può costituire parte attiva nell’identità di una nazione? Può contribuire, e in che modo, alla sua forma, o ne viene determinata? O è piuttosto essa stessa a disegnare i parametri dell’identità nazionale? E, anzitutto, qual è il senso di attribuire alle arti visive contemporanee, il più fluido e il più globalizzato dei mezzi di produzione e comunicazione, delle qualifiche nazionali? Così facendo non contribuiamo forse all’erigersi di ulteriori barriere e punti di confine? Queste alcune delle domande su cui si confrontano quattro esperti del mondo artistico internazionale. Miroslaw Balka, artista polacco a cui di recente l’Hangar Bicocca ha dedicato un’importante retrospettiva. Tobia Bezzola, di Berna, è dal 2018 direttore del Museo d’Arte della Svizzera italiana, Ludovico Pratesi, tra i più noti critici d’arte italiani e, non ultimo, l’artista Eugenio Tibaldi. Quest’ultimo è da sempre attratto dalle dinamiche delle aree marginali e porta avanti una ricerca a cavallo tra arte, urbanistica ed architettura che si concentra soprattutto sulle periferie anarcoidi dell’hinterland napoletano di Napoli, città in cui vive e lavora, che fa da sfondo a quasi tutte le sue opere. 

Commenti