Ultimora

La fotografia immersiva di Alberta Pellacani racconta Mantova

Dal 21 maggio la 1Stile di Mantova ospita la mostra di Alberta Pellacani dal titolo Inattese e Molteplici assonanze. Palinsesto Urbano Mantova||02. La seconda tappa di una ricerca visiva più ampia svolta dall’artista sulle città europee le cui origini e vicende storiche affondano e si rifanno a un forte legame con l’elemento dell’acqua. Alberta Pellacani con questo progetto propone una fotografia coinvolgente che ha appunto l’acqua come punto privilegiato d’osservazione. Dopo Venezia coi suoi canali e il mare di laguna, l’artista osserva Mantova dall’interno del suo fiume che si è fatto lago. Le acque calme, mai agitate da venti marini, sono l’habitat naturale per una visione della vita fatta di silenzi e lunghe attese. Del contesto si è scelto quasi di ignorare l’uomo e i suoi manufatti, privilegiando le suggestioni naturalistiche. A completare l’esposizione un video accompagnato dalle musiche di Roberto Memoli. Immagini che, raccolte negli ultimi tre anni, raccontano il dialogo e i contrasti nella convivenza tra uomo e natura, inaspettate visioni di luoghi come sedimentazioni urbane e architettoniche attraversando i laghi e il fiume Mincio, per poi proseguire a Palazzo Te, nel centro storico e oltre. Un’immersione totale per un progetto sensoriale ed emotivo apparentemente solo visivo e come l’immersione nell’acqua provoca onde e increspature così queste immagini trasformano la visione, deformandola. Fino al 3 giugno, info: www.1stile.com

Commenti