Ultimora

Finito Festiwall la città è un museo a cielo aperto

È finito Festiwall, il festival ragusano dedicato alla street art. In programma dal 6 al 27 settembre ha visto lavorare sui muri della città importanti firme nazionali e internazionali. Tra i tanti possiamo citare Evoca1 e Hyuro, SatOne e Agostino Iacurci. Ragusa è stata trasformata in un museo a cielo aperto, in un contesto di riqualificazione che ha raggiunto lo scopo di dare nuova linfa vitale alla città con interventi di live painting che coinvolgono anche i cittadini. L’opera di Iacurci si intitola Ogni bene è mobile, un ricordo del terremoto che nel 1693 distrusse la Val di Noto, e dei più recenti fatti di Amatrice. Il muro di Sat One, invece, si presenta come un dittico astratto sulle pareti del quartier generale, dove si svolgono una serie di eventi, workshop, concerti e mostre. Il murales di Hyuro sarà dedicato a Maria Occhipinti, anarchica e scrittrice ragusana, nel ventennale della sua scomparsa. Qui, invece, l nostra intervista ai curatori del festival, Antonio Sortino e Vincenzo Cascone Info: www.festiwall.it

 

Commenti