Ultimora

All’asta la collezione di opere del Duca Bianco. Tra i lotti anche Hirst e Basquiat

Oltre 400 oggetti dalla collezione di David Bowie all’asta da Sotheby’s a New Bond Street in tre serate evento a novembre preceduta da un preview world tour dal 20 luglio al 15 ottobre tra Londra, Los Angeles, New York e Hong Kong. Il Duca Bianco, infatti, possiede una raccolta non indifferente di opere tra cui si contano artisti di fama internazionale come Damien Hirst, Henry Moore ma anche pittori del Novecento come Harold Gilman e Fred Auerbach e, oltre all’arte britannica, la collezione include anche mobili di Ettore Sottsass. Come annunciato da Oliver Baker, presidente di Sotheby’s Europa, il valore complessivo della raccolta è di circa 10 milioni di sterline, un valore che prima di Brexit sarebbe stato ancora più alto tradotto in dollari o in euro. Sul collezionismo di Bowie non si avevano molte notizie fino ad ora, si tratta di un’attività che aveva tenuto sempre nascosta al pubblico. Nonostante ciò, in un’intervista del 1999 alla Bbc, come riporta l’Ansa, aveva confessato che l’unica cosa che comprava in maniera ossessivo-compulsiva era proprio l’arte. Il lotto più prezioso della collezione è considerata un’opera di Jean-Michel Basquiat, acquistata dal cantante dopo aver interpretato il ruolo di Andy Warhol nel film del 1996 Basquiat, quotata tra i 2 e i 3 milioni e mezzo di sterline. e  Sotheby’s l’ha stimato tra 2 milioni e mezzo e tre milioni e mezzo di sterline. 

 

Commenti