Ultimora

Michele Giangrande è il primo artista per il progetto Arte Open Air. Sculture all’aperto

Il progetto Sac Mari tra le mura riunisce quattro comuni pugliesi per offrire una cospicua dotazione di mezzi e servizi e creare le migliori condizioni perché il visitatore esplori questa porzione di territorio all’insegna di una mobilità lenta e sostenibile. Tra i partner del progetto rientra anche la Fondazione Pino Pascali, istituzione che dal 15 luglio presenta 4 artisti italiani e stranieri precedentemente invitati a realizzare un’opera per ciascuno dei comuni aderti al Sac Mari tra le mura per il progetto intitolato Arte Open Air, sculture all’aperto. Il Castello di Conversano, il Castello di Mola di Bari, il Museo del Fischietto di Rutigliano e il giardino delle sculture della Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare sono le location dove le sculture degli artisti vengono esposte. Si comincia a Rutigliano con il barese Michele Giangarande e il suo lavoro Him and Her, un progetto a cura di Rosalba Branà con Antonio Frugis, Susanna Torres e Nicola Zito. L’opera appositamente presenta due busti anatomici a grandezza naturale, uno maschile e l’altro femminile, realizzati interamente in ceramica. Le sculture rimandano alle figure di Adamo e di Eva ma le parti anatomiche lasciate a vista sono decorate dai simboli delle ceramiche tradizionali pugliesi. Giangrande intende così consolidare simbolicamente le nostre radici, mantenere viva l’identità culturale legata al territorio di appartenenza. L’artista è anche uno dei protagonisti dell’ultimo focus sul cartaceo di Inside Art incentrato su Arte e spazio cosmico intitolato Gravità zero. Info: www.museopinopascali.it

Commenti