Ultimora

Finita l’installazione di Christo The floating piers

Si stimano circa un milione e mezzo di visitatori per l’installazione temporanea, The floating piers, di Christo sul lago d’Iseo che proprio oggi comincia ad essere smontata. Più del doppio delle stime previste, un successo inaspettato che ha fatto del piccolo centro lombardo, per una manciata di giorni, una meta mondiale dell’arte contemporanea. Dal 18 giungo al 3 luglio, questo il tempo che dallo stesso artista era stato indicato per il suo lavoro costato 15 milioni e totalmente auto finanziato grazie alla vendita dei bozzetti preparatori. Non se ne parla di posticipare la chiusura dell’installazione nonostante le insistenze di quanti non hanno fatto in tempo a percorrerla, la temporaneità fa parte dell’opera ha detto Christo che conferma un modus operandi utilizzato anche in lavori passati come l’impacchettamento del pont neuf di Parigi e di ponte Sisito a Roma. La dimensione temporale sembra essere una delle caratteristiche dell’installazione sul lago, «Se avete fretta non venite» ha infatti detto lo stesso artista in riferimento alla lunga fila che bisognava affrontare per passare sul lago «l’attesa fa parte dell’esperienza», conclude.

Commenti