Ultimora

Il Victoria and Albert Museum mette in mostra le rivoluzioni degli anni ’60-’70

You say you want a revolution? non è solo la prima strofa di una celebre canzone dei Beatles ma è anche il titolo di una mostra che da settembre sarà ospitata all’Victoria and Albert Museum di Londra. La rassegna, infatti, attraversando le lotte per i diritti globali, il multiculturalismo, l’ambientalismo, il consumismo, la tecnologia informatica, la politica, si propone di esplorare il significato e l’impatto della fine degli anni ’60 sulla vita di oggi. Cinque anni di sconvolgimenti che hanno cambiato la nostra società. In particolare, la mostra analizza come la cultura giovanile è stata fondamentale per la diffusione di un idealismo ottimista, unendo la società sotto comuni valori di libertà e illustra il profilo di una generazione pronta a scrollarsi di dosso le costrizioni del passato. Tra le opere in mostra, oggetti simbolo del passato come riviste underground, una roccia lunare della Nasa, un computer Apple, tutti selezionati dall’ampia collezione del V&A o ricevuti da importanti prestiti. Inoltre, la collezione concessa dal conduttore radiofonico John Peel offrirà un percorso musicale attraverso alcuni dei più importanti brani del XX secolo. Info: www.vam.ac.uk

Commenti