Ultimora

L’Inps lancia Welfarte e apre le porte delle delle sedi storiche dell’Istituto

Per un’intera giornata l’Inps apre le porte alla cultura e offre la possibilità al pubblico di visitare palazzi e sedi storiche dell’Istituto. L’iniziativa, chiamata WelfArte, permetterà di accedere gratuitamente alle sedi storiche dell’Istituto nazionale della previdenza sociale: a Roma il palazzo in piazza delle Nazioni Unite dove ha sede la Direzione Generale, a Milano il palazzo di piazza Missori, a Firenze il palazzo Pazzi, ad Anagni il convitto Principe di Piemonte e ad Arezzo il collegio di Santa Caterina. In particolare, nella sede romana sarà possibile vedere alcuni pezzi della collezione Barberini Sciarra di Colonna e saranno esposte anche alcune opere di Guttuso, Francalancia, Dorazio e Turcato. «Molte delle opere d’arte esposte – ha detto Tito Boeri, presidente dell’Inps – hanno un messaggio legato alla attività dell’istituto perché parlano di lavoro e previdenza». A Roma l’evento è realizzato in collaborazione con Eur S.p.A. e con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.
 Oltre alle sedi storiche dell’Istituto, all’EUR saranno visitabili gratuitamente i principali musei e palazzi: Dalle 10:00 alle 21:00 del 21 maggio, inoltre, sarà gratuito l’ingresso a diverse strutture tra cui l’archivio centrale dello Stato, il il museo nazionale preistorico etnografico, il museo nazionale delle arti e tradizioni popolari, il museo nazionale dell’alto Medioevo, il cantiere del nuovo centro congressi la Nuvola, il palazzo degli uffici di Eur SpA e il rifugio antiaereo sotterraneo. Per tutte le info: www.inps.it/portale

Commenti