Ultimora

Kapoor: lo scivolo sulla torre ArcelorMittal Orbit mi è stato imposto dal sindaco

ArcelorMittal Orbit è il nome di un lavoro, forse il più criticato di Anish Kapoor. Una gigantesca torre rossa costruita in occasione delle Olimpiadi del 2012 a Londra. Alta 115 metri riprende nella forma la struttura del Dna. Nel tentativo di dargli uno scopo, anche economico, il sindaco della city aveva proposto all’artista di installare sulla struttura uno scivolo. Kapoor ha allora chiesto aiuto a Carsten Höller, chi meglio di lui, per definire il progetto insieme. Dalla collaborazione è nato un serpente che si attorciglia una dozzina di volte intorno alla torre, uno scivolo record, il più lungo del mondo. Per arrivare in cima alla struttura il biglietto costa 5 sterline e 12 per scendere scivolando. L’inaugurazione ufficiale è prevista per il 24 giugno. Ma Kapoor, in una conferenza stampa e alla vigilia delle elezioni per il nuovo sindaco di Londra, ha detto che il progetto gli è stato imposto dall’attuale primo cittadino Boris Johnson. L’artista ammette che non è stata una sua idea e che si fanno opere d’arte per ragioni diverse dal profitto «capisco – continua – che la torre è trattata come un’attrazione ma questo mi creano non pochi problemi, vorrei ci fosse un approccio più intellettuale, c’è una differenza fra una giostra e un’opera d’arte». 

Commenti