Ultimora

Patrizia Sandretto Re Rebaudengo dona parte della sua collezione al Matadero

Dopo aver ritirato il premio alla fiera Arco di Madrid, come direttrice di una fondazione in grado di promuovere l’arte contemporanea e le nuove tendenze, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo si è fermata in Spagna per qualche giorno.  La sua permanenza nella penisola iberica è stata infatti utile per stringere nuovi accordi, tra i quali uno con il Matadero, centro di arte contemporanea di Madrid. A questo giovane spazio interdisciplinare e centro di creazione contemporanea, la Sandretto donerà una parte della sua collezione. L’accordo ancora non è stato firmato ma i termini sono già stati concordati, resta da definire quanti pezzi della collezione viaggeranno da Torino a Madrid.   «Sarà un nucleo importante – spiega Sandretto – che verrà esposto al Matadero in modo permanente ma a rotazione, così si vedranno più opere e si manterrà più viva la raccolta. Il deposito è solo una parte dell’accordo con il Comune di Madrid, che prevede anche l’organizzazione di attività educative e la produzione di progetti di artisti giovani, come facciamo da anni in Italia»,

 

Commenti