Ultimora

Gli impressionisti dal Musée d’Orsay al Complesso del Vittoriano

Apre al pubblico oggi al Complesso del Vittoriano a Roma, fino al 7 febbraio 2015, una mostra dedicata ai maestri impressionisti dal titolo Impressionisti. Tête-à-tête, frutto del rapporto con il Musée d’Orsay di Parigi. L’esposizione traccia un ritratto della società parigina della seconda metà dell’Ottocento, attraversata dai grandi mutamenti artistici, culturali e sociali di cui gli impressionisti furono esponenti e testimoni, grazie ai capolavori provenienti da uno dei nuclei fondamentali del Musée d’Orsay, le raccolte impressioniste. Curata da Xavier Rey, direttore delle collezioni e conservatore del dipartimento di pittura del Musée d’Orsay, e da Ophélie Ferlier, conservatore del dipartimento di sculture del Musée d’Orsay, l’esposizione prende in esame i sessant’anni di pittura francese (1860-1919) in cui nacque, si sviluppò e si affermò la pittura impressionista, e i suoi esiti finali, il postimpressionismo. Edouard Manet, Pierre-Auguste Renoir, Edgar Degas, Frédéric Bazille, Camille Pissarro, Paul Cézanne, Berthe Morisot: questi, tra i tanti, gli artisti presenti al Complesso del Vittoriano, in una rassegna di oltre sessanta opere, tra cui anche dieci sculture.

Al Complesso del Vittoriano di Roma
dal 15 ottobre al 7 febbraio 2016

 

 

Commenti