Foto

Lebowski and other big shots

La galleria Ono Arte Contemporanea di Bologna presenta dal 3 ottobre la mostra Jeff Bridges Photographs: Leboski and Other big Shots, prima mostra monografica in Europa dedicata alla carriera fotografica dell’attore premio Oscar Jeff Bridges, uno dei più versatili attori di Hollywood. Forse non molti sanno che Bridges, oltre ad essere attore, è anche pittore, compositore e fotografo. Proveniente da famiglia d’arte, Bridges all’inizio degli anni ’70 comincia la sua lunga carriera sul grande schermo e riprende la fotografia solo nel 1976 quando il personaggio che interpreta in un remake di King Kong lo costringe a girare con una macchina fotografica al collo e gli ricorda la sua passione. Da allora Bridges porta sempre con sé, sui set dei film a cui lavora, una Widelux, una macchina fotografica utilizzata per la posa con un otturatore a scatto ritardato che permette quindi la doppia esposizione, e con una caratteristica pellicola allungata molto simile a quella 70 mm con cui erano girati i film. Le immagini che Bridges scatta nei backstage di film come The Fabulous Baker Boy, Texasville, The Fisher King, American Heart, e ancora The Mirror has two faces, True Grit e The Big Lebowsky in mostra nella mostra bolognese. In mostra oltre alle immagini del backstage dei film citati e di molti altri anche una serie di immagini, chiamate Comoedia/Tragoedia, che sfruttano proprio la caratteristica possibilità della doppia esposizione della Wideluxe per immortalare attori come Martin Landau, John Turturro, Cuba Gooding Jr., Philip Seymour Hoffman o Kevin Spacey. Un insieme di circa 60 immagini in diversi formati saranno esposte fino al 15 novembre 2015.

Commenti